Salta la navigazione

Sommario

Prefazione

Il 2020 è stato un anno che molti di noi vorrebbero dimenticare. È raro che una comunità globalizzata come la nostra sia colpita da eventi di vasta portata come la pandemia COVID-19 e le proteste contro l'ingiustizia razziale. Questi eventi ci hanno quasi scoraggiato dal riavviare il progetto quest'anno con così tante persone fisicamente ed emotivamente prosciugate, come possiamo aspettarci che qualcuno voglia contribuire, figuriamoci avere il tempo e l'energia per farlo? Abbiamo proceduto con cautela, sperando che ci fosse ancora l'interesse della comunità.

Lo scopo di questa edizione del Web Almanac non è quello di dimenticare il 2020, ma di commemorarlo. Nel bene e nel male, questo è un capitolo della nostra storia. Nonostante tutte le pressioni esterne di quest'anno, oltre un centinaio di collaboratori della comunità web si sono iscritti e hanno offerto volontariamente innumerevoli ore del loro tempo per un progetto dedicato a ricordare il 2020 e lo stato del web. Sorprendentemente, siamo effettivamente riusciti a espandere l'ambito dell'edizione di quest'anno aggiungendo tre nuovi capitoli e perdendone solo uno.

Quando chiedo ai contributori cosa apprezzano di più del progetto, la risposta è quasi sempre sulle persone. Lavoriamo insieme come team, ci sosteniamo a vicenda e in soli cinque mesi siamo in grado di costruire l'equivalente di un libro di oltre 500 pagine! È una sfida enorme e, sebbene non abbiamo risolto i problemi del mondo, abbiamo mostrato cosa è possibile fare quando le persone scelgono di lavorare insieme.

Goditi il Web Almanac 2020, il culmine del nostro lavoro d'amore per il web. E assicurati di contattare se desideri unirti al team.

Rick Viscomi, Web Almanac Editor-in-Chief